Il pesce al Mercato del Circo Massimo

By : Categories : eventi Comment: Commenti disabilitati su Il pesce al Mercato del Circo Massimo

Le imprese associate a Coldiretti Impresa-Pesca stanno lavorando affinché il loro prodotto della pesca e dell’acquacoltura, possa entrare in modo permanente e strutturato nei vari circuiti di vendita diretta che operano in maniera capillare su tutto il territori nazionale, con il marchio Campagna Amica, insieme a tutti gli altri prodotti agricoli di origine italiana, con la declinazione di “PESCA AMICA”.
Una produzione, quella di Coldiretti Impresa-Pesca, in linea con le norme nazionali e comunitarie e nell’ottica dei principi guida della FAO sulla pesca sostenibile, finalizzata a ridurre l’impatto delle attività umane sull’ecosistema marino.
Alla base della filosofia di Coldiretti Impresa-Pesca, c’è l’obiettivo di accorciare la filiera per tutte le tipicità ad alta valenza di identità territoriale e costiera; promuovere il consumo delle specie ittiche di minor interesse del mercato; sottoscrivere un patto con il consumatore per una pesca ed un allevamento sostenibili; arrivare a migliorare l’identificazione di “prodotto italiano” e condividere con tutta la filiera dell’ittico la tutela del “Made in Italy”.

Sin dall’antichità nella zona dell’Isola Tiberina si concentrava la vendita del pesce che veniva trasportato da Ostia tramite il Tevere al porto di Ripa Grande o direttamente pescato nel fiume. L’area tra il portico d’Ottavia e il teatro Marcello divenne il luogo di vendita e per questo anche il quartiere più sporco e malfamato della città. Il puzzo doveva essere davvero insopportabile. Nacque, allora, un piatto popolare fatto con gli scarti poveri del pesce e che, però, oggi viene considerato una prelibatezza: la zuppa di pesce alla romana. Nel 1876 fu approvata la costruzione del nuovo mercato in via di San Teodoro e si ordinò la cessazione della vendita in strada del pesce per motivi igienici. Ecco come nasce la struttura che ci ospita. Disposto su 1200 metri quadrati su pianta esagonale, il Mercato Ebraico del pesce ha uno stile ottocentesco caratterizzato da una cupola di vetro che gli ha fatto meritare il nome di piccolo Pantheon. Per decine di anni ha continuato la sua attività, finché è stato chiuso per dar spazio ad una autorimessa del Comune di Roma. Negli anni è stato riaperto per alcuni eventi ed esposizioni al pubblico. Nell’ultimo anno e mezzo è tornato un mercato, quello di Campagna Amica. E oggi con l’arrivo del pesce fresco, l’Ex mercato ebraico del pesce non è più tanto ex …

Il week-end del 22 e 23 Giugno ha visto il Mercato del Circo Massimo popolarsi di consumatori e curiosi attratti dal banco del pesce posto nel cortile esterno del mercato. Un grande successo che crediamo di riproporre prestissimo!

mercato campagna amica