I Mercati di Campagna Amica sono un patrimonio culturale

By : Categories : eventi Comment: Commenti disabilitati su I Mercati di Campagna Amica sono un patrimonio culturale

Sono cresciuti esponenzialmente i mercati di Campagna Amica. Decine di migliaia di imprenditori agricoli in tutta Italia, ogni settimana animano le piazze per vendere direttamente ai cittadini consumatori al giusto prezzo i prodotti locali. Cos’è un mercato di Campagna Amica e cosa lo rende speciale? Innanzitutto è un mercato degli agricoltori (o in inglese “Farmer’s Market”), cioè un mercato in cui i produttori agricoli vendono direttamente i propri prodotti. I mercati possono essere gestiti dai Comuni, organizzazioni professionali agricole, associazioni, etc.. Generalmente si svolgono periodicamente (uno o più giorni a settimana o al mese). I produttori agricoli che fanno capo a Coldiretti e che hanno aderito al progetto Campagna Amica hanno scelto di aderire ad un regolamento disciplinare volontario che prevede: che i produttori interessati ai mercati agricoli si associno per la realizzazione dell’attività di vendita; che la vendita avvenga con un preciso controllo dei prezzi praticati; che l’associazione per la gestione del mercato controlli i requisiti di ciascun produttore. Quando tutto questo viene applicato i produttori possono utilizzare l’insegna “Mercato di Campagna Amica”.

Tra i vantaggi della filiera corta occupa un posto privilegiato il riconquistato rapporto diretto tra produttore e consumatore che nasce dalla necessità, ma anche dalla volontà di cercare un legame forte tra produzione e risorse naturali, culturali e sociali del territorio di appartenenza, puntando non più su un’economia della quantità ma su un’economia della qualità.

Scegliere il rapporto diretto con i contadini significa scegliere la condivisione di principi attorno al mondo della produzione e del consumo di cibo, facendo la spesa in modo sostenibile e responsabile

 

clip_image001